diumenge, d’agost 29, 2010

COM ESTELS/ COME AQUILONI


COM ESTELS

Com grans estels colorats
fluctuem dins el vent
la dansa de la vida.
Vam ser el groc del sol
dels dies serens.
Som el gris de núvols
d’avorriment i incertesa.
Serem el blau d’un cel il.limitat
on perdre’s o retrobar-se.


COME AQUILONI

Come grandi aquiloni colorati
fluttuiamo nel vento
la danza della vita.
Fummo il giallo del sole
dei giorni sereni.
Siamo il grigio di nubi
di tedio ed incertezza.
Saremo l’azzurro d’un cielo sconfinato
dove perdersi o ritrovarsi.



6 Comments:

Blogger onatge said...

Som estels
al vent de la vida...
A la rosa dels vents
n'hi ha de tots colors...

Ens retrobarem
quan siguem el
silenci del gran crit
i la flama del gran FOC...

Des dels estels una abraçada.
onatge

9:45 p. m.  
Blogger Lliri blanc said...

Una abraçada gran com el cel
Onatge!

9:58 p. m.  
Blogger Carme said...

Som estels, l'amor és un estel... sembla que us hagueu posat d'acord, Cinzia i onatge.

Una poemes molt bonics, tots!

10:06 p. m.  
Blogger Lliri blanc said...

Gràcies Carme! Una abraçada! :)

11:25 p. m.  
Blogger Marc Miquel said...

Con questa canzone mi avevo innamorato di una ragazza.

Una abraçada Cinzia!



Qualcosa sta per cedere
Riesco a sentirla arrivare
Penso di sapere cosa significa

Non ho paura di morire
Non ho paura di vivere
E quando sarò disteso sulla mia schiena
Spero di sentirmi come mi sono sentito

E la difficoltà penetra
Hai bisogno di un pò di protezione
Diventa sensibile più della pelle

Voglio che tu sappia
Che non hai più bisogno di me
Voglio che tu sappia
Che non hai bisogno di nessuno,
Né di nient'altro affatto

Chi può dire dove ti porterà il vento
Chi può dire cosa sarà a distruggerti
Io non so, in quale direzione soffierà il vento

Chi può sapere quando il tempo (giusto) è arrivato
Non voglio vederti piangere
Io so che questo non è un addio

E' estate, posso assaggiare il mare salato
C'è un aquilone spinto fuori controllo nella brezza
Io mi chiedo cosa succederà a te
Tu ti chiedi cosa è successo a me

Sono un uomo, non sono un bambino
Un uomo che vede
L'ombra dietro ai tuoi occhi

Chi può dire dove ti porterà il vento
Chi può dire cosa sarà a distruggerti
Io non so, in quale direzione soffierà il vento

Chi può sapere quando il tempo (giusto) è arrivato
Non voglio vederti piangere
Io so che questo non è un addio

Ho sprecato (quest'opportunità)?
Non così tanto da non riuscire ad assaporarla
La vita dovrebbe essere fragrante
Dal tetto alle fondamenta

L'ultima delle rock-star
Quando l'hip hop guidava le grandi auto
Nel tempo in cui il nuovo media
Era la grande idea
Quella era la grande idea

9:56 a. m.  
Blogger Lliri blanc said...

Ciao Marc.Celebro que t'agradi i que t'hagis enamorat amb aquesta canço'
gràcies per la traduccio'...
una abraçada

Si scrive " mi ERO innamorato" :)

9:27 p. m.  

Publica un comentari a l'entrada

<< Home